• Views 1292
  • Likes
  • Rating 12345
Il Pastore Australiano

Classificazione FCI
Standard N°
342 / 05.06.2009

Gruppo 1
Cani da pastore e Bovari (escluso i Bovari Svizzeri)

Sezione 1
Cani da pastore Senza prova di lavoro

Origini E Storia
Nonostante il suo nome, questa razza si sviluppò negli Stati Uniti. L’appellativo “australiano” gli viene invece dai suoi antenati, i cani che accompagnavano i pastori baschi emigrati in Australia e che giunsero negli stati uniti nel XIX secolo.
Questa razza si è consolidata lungo la storia via via che si consolidava il suo utilizzo, quello di pastore di grandi allevamenti. Sebbene oggi sia apprezzato per il suo comportamento e la sua bellezza, lo sviluppo del Pastore Australiano è dovuto esclusivamente alla volontà e alla ricerca dei pastori di un perfetto cane da lavoro.
Vi sono molte teorie sull’origine dell’Aussie, alcune vedono tra i suoi antenati il cane “Pastor Vasco” (Euskal artzain txakurra) portato negli States dai Baschi, e lo Smithfield, una razza non riconosciuta che pare derivi da un miscuglio di razze creato da pastori australiani.

La razza iniziò a diventare polpolare verso il 1900, quando cominciava ad apparire a rodei ed eventi legati al mondo dell’equitazione western.
Nel 1957 viene creata l’ASCA (Australian Shepherd Club of Ameria), il club ufficiale per la tutela ed il registro dell’evoluzione della razza.

Descrizione
Il Pastore Australiano è ben proporzionato, leggermente più lungo che alto, di media costruzione e ossatura, con mantello dai colori che offrono varietà e individualità. E’ attento e vivace, flessuoso e agile, solido e muscoloso senza goffaggine. Ha un pelo di moderata lunghezza e ruvidità. Ha la coda tagliata o naturalmente corta.

Carattere e Comportamento
Lo standard recita queste parole: “Il Pastore Australiano è un cane da lavoro intelligente, dal forte istinto da pastore e da guardiano. E’ un compagno leale e di energia sufficiente per resistere al lavoro tutto il giorno. Dotato di un temperamento sempre uguale, ha buon carattere, e raramente è rissoso. Può talvolta essere riservato in un primo approccio.”
Estremamente riduttivo per un cane con tantissime doti e qualità che è l’Aussie.
Una qualità apprezzata è la scarsa socialità nei confronti degli sconosciuti, che gli permette di coprire ruoli come guardiano o difensore, dotato di grande equilibrio non è mai inutilmente aggressivo verso persone o altri cani.
Sia chiaro che NON E’ un cane da guardia come può esserlo una razza selezionata esclusivamente per questo scopo, ma l’aussie è in grado di fornire una certa sicurezza nella famiglia in cui vive.
E’ un cane che si adatta perfettamente alle situazioni di vita, dandogli una giusta educazione possiamo portarlo ovunque senza che lui sia mai d’intralcio o di disturbo.
Con i bambini è rispettoso e delicato, non farà mai loro del male ma non per questo bisogna permettere che gli venga fatta qualunque angheria.

Prima di tutto l’Australian è però un cane da lavoro, non dimentichiamolo mai. Ha un alto livello di energia e non può poltrire dal lunedì al venerdì sul divano, assolutamente no, anche perchè troverà da solo qualcosa da fare..un mobile da smontare, una recinzione da saltare, un cratere da creare…e così via.