Il cane da orso della Carelia, una regione storica attualmente divisa tra la Russia e Finlandia, ha probabilmente come antenato il komi, o cane dei Sirieni, gruppo etnico della Russia. Anche se i primi cani usati a partire dal 1936, periodo in cui cominciò l’allevamento della razza, provenivano dalla regione della Carelia. Quei cani venivano impiegati per diversi tipi di caccia e lo scopo era quello di ottenere un cane robusto che tenesse a bada la grossa selvaggina abbaiando. Il primo standard è stato redatto nel 1945.
È diffuso principalmente in Finlandia e la sua specializzazione è la caccia in branco all’alce e all’orso, di cui nella regione viene anche consumata la carne. In Nord America la razza è stata anche usata per il controllo di questi animali.
È un cane di taglia media (maschi 57 cm e 25-28kg, femmine 52cm e 17-20kg, con tolleranza di 3 cm per l’altezza), robusto, leggermente più lungo che alto, col mantello fitto nero o bruno con possibili macchie bianche ben definite.
Caratterialmente è equilibrato, riservato, tenace e coraggioso, con un istinto per la lotta molto forte, docile con gli esseri umani, può essere aggressivo nei confronti degli altri cani.

STANDARD

 

Cane da orso della Carelia