Cane di San Bernardo
Origine: Svizzera, già dal XVII secolo i monaci dell’ospizio del Gran San Bernardo tenevano grandi cani per la guardia e la difesa, in seguito furono usati anche per accompagnare e ritrovare i viaggiatori, dal 1867 Heinrich Schumacher di Hollingen nei pressi di Berna per primo cominciò a documentare la genealogia dei suoi cani, nel 1884 venne aperto il primo libro delle origini e nel 1887 la razza fu riconosciuta ufficialmente
Utilizzazione: guardia, cane da fattoria, accompagnamento
Comportamento e carattere: amabile, vivace, temperamento da tranquillo a vivace
Taglia: maschi 70-90 cm (peso 70-120 kg); femmine 65-80 cm (peso 60-90 kg); i cani che superano l’altezza massima non sono penalizzati se armoniosi e con movimento corretto
Mantello: varietà a pelo lungo (pelo diritto, di media lunghezza, ondulato; sottopelo abbondante) e a pelo corto (pelo di copertura fitto, lucente e rude, sottopelo abbondante); colore di fondo bianco con macchie marrone rossiccio che devono formare una gualdrappa
STANDARD