Piccolo Levriero Italiano
Origine: Italia, presente nella penisola dal V secolo avanti Cristo, discende dai cani Egizi, giunti da noi attraverso la Grecia, il suo utilizzo era la caccia, soprattutto alla lepre ed al fagiano, durante il Rinascimento invece era molto diffuso come cane da compagnia, tanto che aveva perso le caratteristiche tipiche dei levrieri, solo la selezione del secondo dopoguerra ha cercato di recuperarle, permettendo alla razza di passare dal gruppo dei cani da compagnia a quello dei levrieri
Utilizzazione: corsa
Comportamento e carattere: affettuoso, vivace, docile e riservato
Taglia: maschi e femmine 32-38 cm, peso massimo 5 kg (esemplari più grandi sono anche se penalizzati nelle esposizioni, sono apprezzati nelle competizioni sportive)
Mantello: pelo raso e fine; colori: nero, grigio e isabella (monocolori in tutte le tonalità), macchie bianche sono tollerate sul petto ed i piedi
STANDARD

 

Piccolo Levriero Italiano